Processuale e giurisdizione

 

In materia di giurisdizione, l’impugnazione del regolamento attuativo di un’Associazione privata concessionaria di beni demaniali, avente ad oggetto l’assegnazione del posto barca è materia estranea alla giurisdizione del Giudice Amministrativo. La natura giuridica di un’Associazione privata non muta in seguito alla concessione, da parte del Comune, all’utilizzo di beni pubblici. Qualora i motivi su cui si fonda l’impugnazione del regolamento dell’Associazione riguardino la modalità di scelta dei soci, il ricorso deve essere proposto dinnanzi al Giudice ordinario, poiché non coinvolge alcun elemento pubblicistico.
 
N. 00643/2008 REG.SEN.
N. 00105/2008 REG.RIC.
 
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia
(Sezione Prima)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 105 del 2008, integrato da motivi aggiunti, proposto da: Bruno Steffe', rappresentato e difeso dagli avv. Giulia Milo e Petra Giacomini, con domicilio eletto presso la prima, in Trieste, via Mercato Vecchio 3;
contro
Associazione Dilettantistica Sportiva Diportisti Muggia, rappresentata e difesa dagli avv. Enzio Volli e Paolo Volli, con domicilio eletto presso gli stessi,. in Trieste, via S.Nicolo' 30; Autorita' Portuale di Trieste;
nei confronti di
Raimondo D'Ambrosi, Luigi Allegro, Oliviero Stocchi;
per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia,
- del verbale della seconda riunione dei candidati eletti dall'Assemblea Generale del 27.10.2007, dd. 8.11.2007, per la parte in cui decide di non accettare la richiesta di iscrizione alla società, del ricorrente ed in particolare per la parte in cui non assegna allo stesso un posto barca;
- della graduatoria della lista d'attesa posto barca, dd. 20.11.2007;
- del Regolamento del Porto, dd. 4.4.2007, nella parte in cui subordina l'assegnazione del posto barca all'esser soci dell'Associazione;
- del Regolamento del Porto, nella parte in cui subordina l'assegnazione del posto barca ad essere soci dell'Associazione ed attribuisce un potere illimitato al Direttivo di ammettere o negare l'adesione dell'Associazione a chiunque con conseguente impossibilità di ottenere il posto barca; nonchè per l'accertamento del ricorrente di ottenere l'assegnazione del posto barca ed eventualmente l'iscrizione nella lista dei soci, e per la condanna dell'Associazione sportiva all'assegnazione del posto barca al ricorrente.
Visti i motivi aggiunti depositati in data 29.7.2008, con i quali si impugnano i seguenti atti: atto dell'Autorità Portuale dd. 17.6.2008, nonchè la concessione dd. 4.7.2007 e della presupposta delibera (del Comitato Portuale) n. 10.5.2007;.
 
Visto il ricorso ed i motivi aggiunti, con i relativi allegati;
Visto l'atto di costituzione in giudizio di Associazione Dilettantistica Sportiva Diportisti Muggia;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell'udienza pubblica del giorno 22/10/2008 il dott. Rita De Piero e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue:


In materia di giurisdizione, l’azione di rivendicazione della proprietà privata di un bene demaniale è materia estranea alla giurisdizione del Giudice Amministrativo, rientrando in quella del giudice ordinario.

La richiesta di annullamento di un provvedimento amministrativo di determinazione di un canone demaniale non ha rilievo ai fini della competenza del giudice adito se l’illegittimità del provvedimento è sostenuta sulla base della rivendicata proprietà del bene.

 

 

 

 

 

 

 

N. 00556/2011 REG.PROV.COLL.

N. 00310/2009 REG.RIC.

 

 simbolo repubblica italiana(1).jpg

 

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia

(Sezione Prima)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

sul ricorso numero di registro generale 310 del 2009, proposto da:
Sabino Taccardi, in proprio e quale titolare dello Stabilimento Balneare Gabriele, rappresentato e difeso dall'avv. Carmine Pullano, con domicilio eletto presso Carmine Pullano Avv. in Trieste, via Carducci 10;

contro

Comune di Muggia, rappresentato e difeso dall'avv. Walter Coren, con domicilio ex lege presso la segreteria del TAR;
Agenzia del Demanio, Regione Friuli-Venezia Giulia; Capitaneria di Porto, rappresentata e difesa dall'Avvocatura dello Stato, domiciliataria ex lege;

per l'annullamento

del provvedimento di "richiesta pagamento indennizzi dd. 27.2.2009;

 

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio delle resistenti amministrazioni;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nell'udienza pubblica del giorno 9 novembre 2011 il dott. Oria Settesoldi e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.